Inerbimenti per piste da sci e ambienti montani

Inerbimenti per piste da sci e ambienti montani

Le formule sono studiate specificatamente per l’inerbimento delle piste da sci, con un bilanciato rapporto fra specie graminacee e leguminose che favorisce l’evoluzione dell’inerbimento e la rinaturalizzazione dell’area inerbita. Le graminacee conferiscono al miscuglio velocità di insediamento e un rapido effetto di contenimento dell’erosione, mentre la presenza delle leguminose è fondamentale per equilibrare il prato e favorire il miglioramento del suolo solitamente povero di elementi nutritivi.
Padana Sementi Elette inserisce nei miscugli anche alcune specie spontanee ad alto valore naturalistico, ed è in grado di personalizzare le formule su indicazione del cliente.
L’impiego di tali miscugli richiede alcuni accorgimenti:

  1. Epoca di semina: da eseguire preferibilmente subito dopo lo scioglimento della neve. Nel caso di semina autunnale, soprattutto alle quote maggiori, i fattori di rischio sono più elevati. E’ consigliabile perciò effettuare l’eventuale semina in autunno inoltrato (semina dormiente), in modo da favorire la germinazione dei semi dopo il disgelo.
  2. Preparazione del terreno: consigliato l’impiego di fertilizzanti organici, i quali possono essere disponibili per le piante per lungo tempo, grazie al loro lento rilascio.
  3. A fine stagione si consiglia il pascolamento o la trinciatura, per mantenere il prato compatto e robusto.

 
 

SKI 1000 FIORITO

Utilizzo: Inerbimento di piste da sci e ripristini ambientali a quote non elevate.

Zona Coltivazione: zone collinari/montane del Centro-Nord. Sud solo a quote più elevate e fresche.

Rapidità di insediamento: Media
Persistenza: Medio-alta
Resistenza agli stress: Medio-alta
Adattabilità: Alta

Elementi distintivi:
- Miscuglio per inerbimento fino a oltre i 1000 m (entro i limiti del bosco).
- Specie poco aggressive, ma persistenti e con radici molto sviluppate.
- Buona tenuta del suolo.
- Presenza di specie spontanee da fiore

Specie selvatiche contenute: Achillea millefolium, Buphthalmum salicifolium, Centaurea jacea, Daucus carota, Dianthus barbatus, Galium verum, Leucanthemum vulgare, Sanguisorba minor, Securigera varia, Silene flos-cuculi.

Epoca: Autunnale o primaverile precoce.

Dose di semina: 150-160 Kg/ha (dose consigliata anche con idrosemina).

SKI 2000 FIORITO

Utilizzo: Inerbimento di piste da sci e ripristini ambientali a quote elevate (oltre il limite del bosco).

Zona Coltivazione: Quote elevate o versanti freddi esposti a Nord.

Rapidità di insediamento: Media
Persistenza: Medio-alta
Resistenza agli stress: Alta
Adattabilità: Media

Elementi distintivi:
- Miscuglio adatto agli impieghi in condizioni difficili e limitanti dal punto di vista pedologico, climatico, altimetrico.
- Presenza di specie spontanee da fiore.

Specie selvatiche contenute: Achillea millefolium, Buphthalmum salicifolium, Centaurea jacea, Daucus carota, Dianthus barbatus, Galium verum, Leucanthemum vulgare, Sanguisorba minor, Securigera varia, Silene flos-cuculi.

Epoca: Autunnale o primaverile precoce.

Dose di semina: 150-160 Kg/ha (dose consigliata anche con idrosemina).
Disponibile anche con formula senza specie spontanee con dose di semina di 200-250 Kg/ha.