Colture per incremento dell’humus stabile e della struttura del suolo

Colture per incremento dell’humus stabile e della struttura del suolo

- Colture con un alto contenuto in fibre e alto rapporto C/N vengono impiegate per incrementare l’humus stabile.
- Non cedono rapidamente azoto e nutrienti, ma permettono la formazione di humus stabile e migliorano la fertilità nel lungo periodo (riserva di sostanze, miglioramento fertilità fisica e biologica).
- Le specie con apparato radicale sviluppato e profondo permettono di incrementare la porosità del suolo e la sua permeabilità ad acqua e aria.

FACELIA

(Phacelia tanacetifolia)

Caratteristiche:
- Specie molto rustica e adattabile anche a terreni marginali.
- Apparato radicale ben sviluppato con grande capacità di assorbimento e trattenuta dei nutrienti (catch crop).
- Forte attività di competizione copertura e contenimento delle infestanti , non ha attività contro i nematodi.
- Importante pianta mellifera, per l’abbondante e prolungata fioritura.
- Si semina in autunno nelle zone ad inverno mite, in primavera nelle zone fredde.

Semina: Da Ottobre a Dicembre.

Dose di semina: 10-15 Kg/ha

Varietà consigliata: BORATUS

HUMUSFERT

Caratteristiche:
- Miscuglio composto da orzo, avena strigosa, trifoglio incarnato, questo miscuglio si impiega in tutta Italia con semina
autunnale.
- La grande produttività, rusticità e precocità lo rendono adatto a tutte le situazioni pedoclimatiche.
- Adatto per essere trinciato ed interrato, oppure per essere rullato o sfalciato e lasciato come pacciamatura vegetale (es. nel’interfila di colture arboree).

Semina: Da Ottobre a Novembre.

Dose di semina: 85 Kg/ha

ESTA-FERTIMIX

Caratteristiche:
- Erbaio estivo composto da: fagiolo rampicante, miglio perlato e sorgo sudanense.
- Sovescio che arricchisce il suolo in sostanza organica, elementi minerali e azoto. Ottimale rapporto C/N nella biomassa prodotta.
- Ottima tolleranza a siccità ed alte temperature, particolarmente indicato per le condizioni dell’ambiente sotto serra.
- Sfalcio ed interramento: a discrezione, aspettare almeno i 100-120 cm di altezza del miglio (60gg), per avere un buon apporto in biomassa.

Semina: Primaverile, quando la temperatura del suolo è di almeno 16-18 °C.

Dose di semina: 25-30 Kg/ha, alla profondità di 3-4 cm.