Orzo

ORZO

(Hordeum vulgare)

L’orzo, principalmente impiegato per la produzione di granella, trova impiego anche per la produzione di foraggio, in particolare per l’insilamento, per il pascolo e in alcune aree anche per foraggio verde.

I punti di forza di questa specie sono la precocità rispetto ad avena e frumento (importante nelle aree mediterranee con siccità precoci), la maggiore adattabilità ambientale a terreni magri e sciolti e la superiore tolleranza alla salinità del suolo.

HEIDI

Ciclo: medio-precoce, non alternativo.
- Utilizzo: foraggio (insilato e pascolo) e granella.
- Orzo polistico a taglia decisamente superiore rispetto alla media, grande resistenza all’allettamento.
- Granella di ottima qualità e peso specifico.
- Buona resistenza alle ruggini fogliari.
- Raccolta ottimale per foraggio da pre-spigatura a non oltre la maturazione lattea.
Dose di semina: 130-160 kg/ha.

KWS TONIC

kws

In collaborazione con KWS Italia

Ciclo: medio.
- Utilizzo: foraggio e granella.
- Orzo polistico di taglia medio-alta e crescita vigorosa.
- Grande produttività: nelle prove ufficiali concorre nelle rese con i migliori orzi ibridi.
- Ottima resistenza all’allettamento.
- Granella di elevato peso specifico e buon calibro, adatta d impieghi zootecnici.
- Epoca di semina autunnale.
Dose di semina: 140-150 kg/ha.

RENI

Ciclo: medio-tardivo, non alternativo.
- Utilizzo: foraggio (insilato e pascolo), granella.
- Orzo distico a taglia alta, pianta poco allettabile.
- Granella di ottima qualità, in particolare calibro e peso 1000 semi.
- Raccolta ottimale per foraggio da pre-spigatura a non oltre la maturazione lattea.
Dose di semina: 150-160 kg/ha.